23/02/2014 - GF INTERNAZIONALE LAIGUEGLIA: 3000 PARTENTI



SERVIZIO - Fonte: Play Full - Agenzia Stampa.

Con oltre 3000 iscritti e 2700 arrivati, domenica 23 febbraio, è andata in scena la 15a edizione della Granfondo Internazionale Laigueglia. Sole e caldo hanno creato lo scenario ideale. Prendono il via ben tre circuiti: il Prestigio, il Giro delle Regioni e la Coppa Liguria. Il sergente dell'Esercito frusinate Vincenzo Pisani vince per distacco. Tra le donne la vittoria va all'aquilana Chiara Ciuffini. La modenese Sportissimo Top Level domina tra le società.

2014 - Granfondo Laigueglia - 23 febbraio 2014, Laigueglia (Sv) - Se festa doveva essere, festa è stata. Un primo assaggio di ciclismo Laigueglia lo ha avuto venerdì 21 scorso, quando il 51° Trofeo Laigueglia ha portato nella cittadina savonese il ciclismo professionistico.
Una perfetta occasione per numerosi cicloamatori per giungere a Laigueglia un giorno prima del previsto e godersi lo spettacolo. Il grosso dei partecipanti è però arrivato in loco nella giornata di sabato, quando la riviera delle Palma ha registrato il "tutto esaurito", così come la capacità di iscrizioni della granfondo.
Oltre 3000 i ciclisti che hanno scelto la manifestazione ligure per il loro esordio stagionale, tanti erano i dorsali disponibili. Ben di più le richieste che non si sono potuto esaudire.
Un vero successo per il GS Alpi di Vittorio Mevio, che ha degnamente festeggiato il 15° compleanno della manifestazione, omaggiando i partecipanti con una bellissima maglia tecnica griffata per l'occasione.
Sebbene le griglie poste nelle centralissime Corso Badarò e Via Mazzini, aprissero alle 8.30 di domenica mattina, giù una lunga fila di ciclisti era in attesa sul lungo mare, complice anche la bellissima giornata con sole e temperature decisamente primaverili. Una condizione ancora più apprezzata dopo il lungo periodo di piogge.

Alle ore 9.30 in punto, il sindaco di Laigueglia, Franco Maglione, ha abbassato la bandierina lasciando che gli oltre 3000 ciclisti potessero dar sfogo alla loro passione allenata con costanza in questi mesi invernali.
Immancabile il gruppo di don Agostino della Casa Don Guanella di Lecco, ormai ospite fisso delle prove del GS Alpi, che con i suoi ragazzi porta sempre un messaggio di speranza e di aiuto al prossimo. Il folto plotone si è mosso compatto verso Ceriale dove ha preso la direzione di Cisano sul Neva.
Le prime colline verso Cenesi hanno scaldato un po' gli animi, ma il gruppo non è mai riuscito a sfoltirsi, nemmeno lungo la salita di Arnasco. Qualche scaramuccia per testare la condizione degli avversari, ma nulla di più.
Per vedere la prima azione degna di nota si è dovuto attendere sino alla salita di Ligo.
Qui il frusinate Vincenzo Pisani, che quotidinamente è sergente nell'Esercito, ha aperto il gas prendendo subito del vantaggio. Alle sue ruote si è lanciato il ternanoFederico Castagnoli, al quale si è unito il veneto Igor Zanetti.
Per il veneto però il passo dei due compagni di fuga è eccessivo e decide di continuare più oculatamente restando comunque all'inseguimento per mantenere la posizione.
La situazione resta immutata sino all'ultimo chilometro di corsa. Gli splendidi scenari, che si aprono davanti ai ciclisti salendo al santuario della Madonna della Guardia, ispirano il militare che pigia sui pedali e passa il traguardo a braccia alzate.
Pochi secondi di attesa per vedere comparire l'immagine del ternano Castagnoli. Zanetti insiste nella sua azione riuscendo a salire sul terzo gradino del podio.
Notevole la quota rosa con oltre 180 cicliste partecipanti. Tra loro la più veloce è stata l'aquilana Chiara Ciuffini, che ha preceduto la romana Milena Felici e la valtellinese Valentina Mabritto. Ottima la partecipazione delle società, che ha visto prevalere la modenese Sportissimo Top Level, davanti alla torinese Jolly Europrestige e alla savonese Circolo Sportivo Ortovero.
Si chiude con le gambe sotto il tavolo del pasta party (con tanto di pasta rossa o all'immancabile pesto, accompagnata da affettati, pane e merendina) la splendida giornata.

Bei premi sono stati consegnati ai vincitori. Due splendidi quadri, assolutamente unici e confezionati per l'occasione, sono stati consegnati al primo uomo e alla prima donna, mentre bottiglioni d'olio ligure sono stati consegnati ai primi tre assoluti, uomini e donne. Ai primi cinque di ogni categoria sono andati cesti colmi di prodotti alimentari e materiale tecnico. Tre biciclette Bianchi sono state consegnate alle prime tre società.

Granfondo Laigueglia - Podio maschile e arrivo Vincenzo Pisani

Classifica generale Gran Fondo Laigueglia   Classifica generale Gran Fondo Laigueglia 





  Top  



FEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANA
COMITATO REGIONALE LIGURE

    Indietro